Leggi il nostro Programma Elettorale

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26 MAGGIO 2019

PER L’ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO

E DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CADONEGHE

 

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO SINDACO

MARCO SCHIESARO

E DELLE LISTE COLLEGATE ALLA SUA CANDIDATURA

 

 

SICUREZZA E DECORO URBANO

Polizia Urbana

Nuovo regolamento di Polizia Urbana che ridefinisca il ruolo della Polizia Locale, rendendolo più

operativo nella sorveglianza e nel presidio del territorio, nei luoghi di aggregazione e nei parchi

pubblici cittadini in coordinamento con le altre Forze di Polizia. Assunzione e formazione di nuovi

agenti qualificati per l’attività anticrimine. Rinnovo del parco automezzi. Istituzione di un’unità

cinofila. Pattugliamento del territorio anche nelle ore notturne e controllo delle residenze e del

sovraffollamento degli alloggi. Ristrutturazione del Comando di Viale della Costituzione,

attualmente non idoneo alle attività del corpo. Estensione degli orari di apertura al pubblico.

Legalità

Approvazione di ordinanze specifiche contro l’accattonaggio, l’imbrattamento delle aree pubbliche,

la mendicità molesta, l’abusivismo commerciale, il disturbo della quiete pubblica, il degrado,

l’insediamento di nuovi campi nomadi, la prostituzione, lo spaccio di sostanze di stupefacenti.

Divieto di sosta e campeggio in aree private e pubbliche non autorizzate a fini turistici, istituzione

di aree ad hoc attrezzate al campeggio con le associazioni camperistiche. Stop alle occupazioni

abusive del patrimonio immobiliare pubblico.

Videosorveglianza e investimenti in sicurezza urbana

Immediato ripristino della funzionalità delle 12 telecamere fisse attualmente non operative (su un

totale di 45 installate nel comune). Acquisto e installazione di nuove telecamere di ultima

generazione per la copertura delle zone oggi escluse dal servizio, con priorità alle direttrici

d’accesso al territorio comunale. Convenzione coi detentori di sistemi di videosorveglianza privati

per la condivisione delle riprese di aree pubbliche con la centrale operativa della Polizia Locale.

Sostegno alle vittime

Polizza di assistenza per i residenti vittime di furti, scippi o rapine nel territorio di Cadoneghe,

attivata in automatico per tutti i cittadini, con costi interamente a carico del Comune.

Illuminazione

Nuova illuminazione a led da sostituire progressivamente all’attuale sistema in tutto il territorio

comunale, con priorità alle zone attualmente non illuminate in modo adeguato, e quindi a rischio

sicurezza.

Manutenzioni

Raccolta dati sulle situazioni degradate, trascurate, da riqualificare. Piano straordinario di

manutenzioni per strade, marciapiedi e piste ciclabili. Istituzione di un numero WhatsApp a

disposizione di tutti i cittadini per segnalare al Comune qualunque situazione necessiti di un

intervento.

Decoro urbano

Inasprimento delle sanzioni per chi sporca, imbratta muri, danneggia il patrimonio pubblico.

Divieto di installazione di antenne paraboliche sui balconi, per ricevere trasmissioni televisive da

satellite gli impianti andranno posizionati sul tetto degli edifici.

Rifiuti

Illuminazione e recinzione delle isole ecologiche, da rendere accessibili solo ai residenti tramite

tessera magnetica. Analisi della gestione dei press-container e delle aree di raccolta per capire i reali

vantaggi e svantaggi di questi impianti e le soluzioni alle attuali inefficienze. Campagne di

sensibilizzazione per ridurre la produzione di rifiuti e promuovere buone pratiche in materia

ambientale. Inasprimento delle sanzioni per chi abbandona rifiuti o li conferisce in maniera

 

irregolare. Meccanismi premiali sull’importo delle tariffe per chi concorre al miglioramento del

servizio. Potenziamento del servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti in collaborazione con ETRA.

 

COMMERCIO E ATTIVITA’ ECONOMICHE

Promozione della cultura del lavoro e del fare impresa, di tutte le attività commerciali ed artigiane e

delle aziende storiche del nostro comune. Supporto a tutte le attività che vorranno trasferirsi nel

territorio comunale di Cadoneghe, ai progetti innovativi, alle start up, alle imprese giovanili e

femminili, alle microimprese. Istituzione di uno sportello comunale dedicato alla progettazione

europea, con la collaborazione dell’Università di Padova e la presenza di esperti atti ad assistere

quanti vorranno partecipare a bandi comunitari, statali o regionali, aiutandoli nella redazione e nella

presentazione dei relativi progetti e accompagnandoli in ogni fase del lungo e complesso iter

necessario a ottenere i finanziamenti. Promozione di partenariati strategici tra Comune e aziende del

territorio per l’inserimento dei giovani in cerca di occupazione. Semplificazione burocratica per chi

apre un’attività, attraverso una totale riorganizzazione dello sportello unico per le imprese con

l’obiettivo di arrivare a ridurre drasticamente i tempi per aprire un’attività. Esenzione totale per 2

anni da tutte le imposte comunali per chi avvia un’attività in un locale a destinazione d’uso

commerciale precedentemente sfitto. Agevolazioni per chi ristruttura e adegua i propri locali.

Facilitazioni nel parcheggio in prossimità di attività commerciali, con segnaletica chiara e

illuminazione adeguata. Estensione dell’orario di apertura dei pubblici esercizi fino alla tarda serata.

Responsabilizzazione degli esercenti col meccanismo della “patente a punti” per garantire la quiete

pubblica. Concessione gratuita dei plateatici nel periodo invernale e per tutti gli eventi di pubblico

interesse che le singole attività vorranno organizzare di fronte ai loro negozi. Tavolo di confronto

con le associazioni di categoria e di residenti per l’organizzazione di eventi e la promozione delle

eccellenze del territorio.

 

 

URBANISTICA E OPERE PUBBLICHE

Frazioni

Valorizzazione delle località che compongono il territorio comunale: Cadoneghe, Mejaniga,

Castagnara, Bragni, Mezzavia, Bagnoli. Collaborazione con le parrocchie per rafforzare il “centro

ideale” di ogni quartiere, valorizzando le piazze, i giardini pubblici, i percorsi pedonali e ciclabili.

Revisione della viabilità comunale per differenziare i flussi di traffico: la viabilità interna ai

quartieri andrà percorsa dai soli residenti, mentre il traffico di attraversamento verrà fatto defluire

lungo le grandi direttrici esterne alle aree abitate. Nomina di un rappresentante per località e

istituzione di un tavolo permanente di confronto con il Sindaco. Spazi comunali a disposizione delle

assemblee pubbliche delle frazioni.

Ufficio postale

Richiesta a Poste Italiane di istituire un nuovo ufficio postale in grado di soddisfare le esigenze dei

cittadini, accresciute dall’aumento demografico degli ultimi anni, garantendo un servizio di qualità.

Edilizia privata

Drastica riduzione degli oneri di urbanizzazione: quelli attuali, irragionevolmente alti, hanno

determinato un sostanziale blocco dei progetti di edilizia privata, determinando l’obsolescenza di

moltissimi edifici, al contrario di quanto avvenuto nei comuni contermini, che impongono oneri di

urbanizzazione più bassi anche del 50-60%. Ulteriori riduzioni per quanti rientreranno nel

programma “Edilizia Sociale”, dedicato a figli che costruiscono abitazioni confinanti o vicine a

quelle dei genitori per poterli assistere nella vecchiaia. Promozione dell’edilizia sostenibile con

incentivi per abbattimenti, ristrutturazioni e nuovi edifici a basso impatto ambientale e alto grado di

autonomia energetica.

 

 

Lavori pubblici e abbattimento delle barriere architettoniche

Analisi dello stato di fatto, dei progetti in cantiere e di quelli futuri. Immediata definizione della

trattativa coi privati titolari dell’area ex Grosoli, per la veloce approvazione di un progetto

 

incentrato sulla riqualificazione e la nascita di una nuova area a vocazione residenziale-

commerciale, con edifici a basso impatto ambientale e attività commerciali di qualità. Priorità allo

 

sviluppo di infrastrutture mediante una riqualificazione dei marciapiedi e strade nelle aree

residenziali, industriali ed artigianali oggi fortemente ammalorate. Riqualificazione dell’ex area

della Breda, tramite la realizzazione di un centro culturale e polifunzionale con teatro dalla capienza

minima di 500 posti a sedere, palcoscenico e camerini per gli artisti, mantenendo lo scheletro dello

storico edificio industriale. Creazione di aule studio per gli studenti aperte 7 giorni su 7 con punto

ristoro, posteggio moto e bici. Rifacimento dell’area antistante il Comando di Polizia Locale in

Viale della Costituzione, oggi in condizioni inaccettabili di trascuratezza, con parcheggi ordinati e

gratuiti al servizio dei genitori degli alunni delle vicine scuole elementari e medie, nuova

pavimentazione, riqualificazione del verde e illuminazione a led. Ripristino urgente del

collegamento ciclopedonale con Vigodarzere, attualmente interrotto a causa del precario stato di

conservazione della passerella Steiner.

MOBILITA’

Forte impulso ai collegamenti tra le diverse aree del paese per facilitarne la percorrenza da parte di

ciclisti e pedoni (soprattutto scolari e studenti). Estensione del servizio bus per scolari nell’area di

Bagnoli, attualmente esclusa. Potenziamento dell’attuale sistema di piste ciclabili attraverso una

profonda manutenzione dell’esistente e la realizzazione di nuovi percorsi, non accessibili alle auto,

separati dal traffico pedonale e possibilmente lontani dal traffico veicolare per la sicurezza di tutti.

Trattativa col gestore del servizio di trasporto pubblico locale per un maggior numero di corse bus

da e per Padova e il potenziamento delle corse da e per l’Ospedale. Istituzione di un servizio di bike

sharing comunale vicino a punti rilevanti quali palestre, aule studio, comune, parrocchie, e collegato

con le stazioni ferroviarie di Vigodarzere e Busa di Vigonza. Vigilanza stradale nei percorsi urbani

dove le auto superano abitualmente il limite di velocità, ricorrendo anche a strumentazione idonea

per la rilevazione delle targhe. Introduzione di percorsi per non vedenti nei punti più sensibili, in

prossimità di incroci, fermate bus, uffici pubblici. Illuminazione e sonorizzazione di tutti i passaggi

pedonali. Eliminazione delle numerose barriere architettoniche che rendono difficoltosa la mobilità

delle persone disabili. Eliminazione di tutti i dossi presenti sulle strade principali.

AMBIENTE E VERDE PUBBLICO

Maggiore controllo nei parchi pubblici cittadini per mettere stabilmente fine all’attuale situazione di

degrado. Sanzioni economicamente pesanti per chi commette atti di vandalismo. Programma di

recupero, valorizzazione e incremento del patrimonio arboreo. Dotazione di attrezzature per

l’infanzia e il tempo libero. Creazione di zone ristoro con fontanelle d’acqua, percorsi ciclopedonali,

spiaggette e aree svago sull’argine sinistro del Brenta. Concessione a privati di aree per punti di

attracco fluviale e chioschi di bevande e alimenti, con bandi che prevedano la responsabilità degli

assegnatari di mantenere in ordine il tratto di riva a loro affidato. Valorizzazione degli argini come

luoghi ideali per ospitare eventi, manifestazioni o mercati. Ripristino dei percorsi vita oggi segnati

da incuria e abbandono. Azioni in sede provinciale e regionale volte alla creazione di una compiuta

rete di collegamento fluviale tra Padova e Venezia. Contributo economico alle famiglie e aziende

che intendano smaltire l’amianto presente nella loro proprietà con incentivi a fondo perduto.

Incentivi per la sostituzione di caldaie vecchie volti a ridurre l’inquinamento atmosferico. Progetto

pilota per l’installazione e la diffusione di stazioni di ricarica di veicoli elettrici per una Cadoneghe

sostenibile.

 

BILANCIO PARTECIPATO

Potenziamento del bilancio partecipato, una forma di coinvolgimento molto importante e diretta dei

cittadini alla vita politica della propria città. Creazione di un “bilancio partecipato dei giovani”

dedicato a quanti abbiano idee e iniziative concrete per la propria comunità e intendano

promuoverle.

Tasse, Spesa e Risparmio

Iniziative urgenti per la riduzione delle tasse a Cadoneghe, uno dei comuni più vessati fiscalmente

della Provincia di Padova. Riduzione delle aliquote comunali di TASI e Irpef attraverso un taglio

delle spese per consulenze esterne, una razionalizzazione degli incarichi e un drastico abbattimento

delle spese di rappresentanza. Rateazione delle imposte comunali per i cittadini con grave morosità

per problemi economici o di salute. Sostituzione dell’attuale illuminazione pubblica con luci a led

per favorire una consistente riduzione della bolletta energetica.

SANITA’

Nuovo Polo della Salute per l’erogazione in un unico luogo di servizi sanitari di base quali

assistenza ai malati cronici, prelievi, medicazioni, gestione codici bianchi, educazione sanitaria.

Servizio web per una maggiore accessibilità dell’offerta sanitaria dell’ULSS 6 sul territorio

comunale. Incontri pubblici con gli operatori della sanità di Cadoneghe per sensibilizzare e

informare la popolazione sulla prevenzione alle patologie più diffuse. Confronto con i medici di

base per favorire l’assistenza a domicilio dei pazienti che necessitano di tale servizio. Partecipazione

a bandi regionali di collaborazione tra pubblico e privato in ambito sanitario. Progetto “Salva Vita”

in collaborazione con ULSS 6, scuole medie e associazioni di volontari per il primo soccorso.

Studio su benefici e criticità per il territorio di Cadoneghe derivanti dalla realizzazione del nuovo

Ospedale di Padova, propedeutico a future azioni amministrative volte ad attrarre nuova economia e

residenzialità, attraverso la nascita di strutture ricettive, attività economiche e collegamenti con il

nuovo polo ospedaliero, la cui vicinanza al territorio comunale costituisce un’opportunità unica.

FAMIGLIA E SOCIALE

Nuovo ISEE comunale che tenga conto e valuti con attenzione lo stato di bisogno delle famiglie di

Cadoneghe e verifichi i reali mezzi di sostentamento al fine di accedere ai benefici che il Comune

intende erogare. Superamento dell’attuale criterio secondo cui la proprietà della prima casa è

sufficiente a precludere l’accesso ai benefici.

Famiglie

Fiscalità comunale di vantaggio per le famiglie, con particolare attenzione a quelle numerose e a

quelle che vedono la presenza di diversamente abili, anziani o giovani disoccupati. Bonus bebé di

300 euro per le neomamme, erogato ad ogni nuovo figlio per l’acquisto di prodotti per l’infanzia in

negozi convenzionati con il Comune, cumulabile con gli altri contributi previsti dalla legislazione

nazionale. Introduzione del Fattore Famiglia, che prevede sconti progressivi sulle imposte comunali

in proporzione al numero di figli. Iniziative di conciliazione dei tempi vita-lavoro per chi ha figli o

genitori anziani a carico. Agevolazioni per le madri lavoratrici sotto forma di incentivi e sgravi

fiscali sulle imposte comunali per le aziende che istituiscano asili nido al loro interno.

Potenziamento del servizio di asilo nido e ludoteca mediante l’estensione degli orari (anche durante

il periodo estivo) per incontrare le esigenze dei genitori lavoratori.

Anziani

Mappa demografica degli anziani per individuare le esigenze di sussidio e supporto. Progetto “Età

d’Oro” in collaborazione con l’ULSS 6 per la creazione di percorsi facilitati nell’accesso ai servizi

 

sanitari. Contributo comunale per l’acquisto di medicine presso le farmacie di Cadoneghe. Sostegno

alle iniziative dell’Auser. Promozione di una rete di volontariato finalizzata alla consegna a

domicilio della spesa, dei beni di prima necessità, di farmaci e ausili, e all’affiancamento degli

anziani per camminate e compagnia. Supporto nel disbrigo delle pratiche burocratiche quotidiane a

chi vive da solo. Promozione di occasioni ricreative e di socializzazione con particolare riguardo ai

malati di patologie gravemente invalidanti. Incontri pubblici con esperti per fornire informazioni

utili sui temi della Terza Età (sicurezza domestica e urbana, salute, diritti e opportunità).

Case popolari

Revisione dei criteri di assegnazione degli alloggi pubblici, con punteggi più alti per le famiglie

residenti a Cadoneghe secondo criteri di anzianità di residenza. Verifiche scrupolose sui requisiti

degli assegnatari di alloggi pubblici, specialmente per quelli assegnati in emergenza abitativa.

Giovani

Progetti educativi contro i disagi giovanili (in particolare dipendenze e bullismo, con speciale

riguardo al cyberbullismo). Organizzazione nel fine settimana di momenti di ritrovo per allontanare

i ragazzi dalla solitudine e dalle dipendenze, ed educarli alla socialità. Promozione delle eccellenze

scolastiche, sportive e artistiche del territorio. Azioni in favore dei ragazzi in difficoltà. Incremento

delle iniziative di cittadinanza attiva e consapevole. Organizzazione di incontri con esperti di settore

su temi quali prima casa, matrimonio/convivenza, prevenzione delle principali difficoltà del

concepimento. Introduzione del servizio “Night-bus” per collegare la Città di Cadoneghe a Padova

durante le ore notturne.

Donne

Iniziative dedicate alla prevenzione delle principali patologie femminili, anche tramite convenzioni

con le strutture private e pubbliche di diagnosi e prevenzione. Destinazione di spazi comunali alle

donne in dolce attesa e alle neomamme. Organizzazione di corsi di autodifesa personale in

collaborazione con le Forze dell’Ordine, con l’ULSS 6 e con le associazioni sportive del territorio.

Commissione permanente per le disabilità e l’abbattimento delle barriere architettoniche

Istituzione di una commissione permanente di vigilanza e monitoraggio volta alla rimozione di

qualsiasi ostacolo alla piena autonomia delle persone disabili, composta dai consiglieri comunali e

da cittadini nominati dalle liste rappresentate in consiglio comunale, senza gettone di presenza.

Sportello Ascor

Istituzione di un centro di ascolto, sostegno, orientamento e accompagnamento economico per le

situazioni di povertà e disagio sociale, volto a perseguire l’autonomia della persona a partire dai

suoi problemi e bisogni, compresi quelli non esplicitati verbalmente ma che emergono durante il

percorso di recupero, articolato in più fasi: chi lo desidera potrà recarsi in questo luogo anche solo

per essere ascoltato.

Lotta alle ludopatie

Restrizioni alle Slot Machine e agli altri giochi d’azzardo, che non potranno essere praticati nelle

vicinanze di scuole e altri luoghi sensibili. Limitazione dell’orario di gioco a 5 ore complessive

nell’arco della giornata, suddivise in due fasce (mattutina e pomeridiana).

Cultura del Dono

Promozione della cultura del dono e della carità. Apertura di un punto deputato alla raccolta di

vestiario inutilizzato, di derrate ed altri generi di prima necessità che il comune destinerà ai propri

concittadini in difficoltà.

 

 Parrocchie

Forte supporto all’attività delle Parrocchie, riconoscendone le ricadute positive per l’intera

collettività, secondo i principi della sussidiarietà, della cooperazione e della partecipazione, per il

concorso a una comunità viva e legata alle proprie tradizioni.

Cerimonia di benvenuto

Istituzione di una cerimonia di benvenuto per i nuovi arrivati in Città, con la consegna del Tricolore

e della Costituzione Italiana.

TERZO SETTORE

Sportello comunale dedicato alle associazioni. Realizzazione della Casa delle Associazioni e del

Coworking all’interno dell’area ex Grosoli, con spazi a disposizione delle attività no profit e

postazioni di coworking da assegnare a prezzo calmierato a professionisti, in preferenza giovani.

Possibilità per le associazioni di registrare il proprio indirizzo presso la nuova struttura. Revisione

dei criteri di assegnazione dei contributi comunali, da riservare in via esclusiva ad associazioni che

operano realmente sul territorio di Cadoneghe. Creazione di un portale di promozione territoriale

per pubblicizzare gli eventi e per la valorizzazione dei luoghi di pregio storico-artistico del comune.

Calendario online degli eventi ove ogni associazione inserirà le proprie iniziative, dando modo

all’amministrazione di coordinare e concertare con gli organizzatori eventi e proposte alla

cittadinanza, in modo da evitare sovrapposizioni e garantire da un lato un’offerta equilibrata,

dall’altro la maggior partecipazione possibile a ciascun appuntamento. Creazione di un vademecum

per le procedure burocratiche relative all’organizzazione di eventi. Semplificazione delle procedure

comunali per la richiesta di spazi e/o contributi. Organizzazione di corsi per il rilascio degli attestati

previsti dalle norme in materia di sicurezza, antincendio e primo soccorso. Dotazione di un

pullmino a disposizione delle associazioni sportive per agevolare la fruizione delle attività da parte

delle famiglie. Collaborazione con le parrocchie per attività culturali, ricreative e di formazione.

Maggior coordinamento tra servizi sociali e Caritas. Supporto alle associazioni che sostengono le

missioni nei paesi del Terzo Mondo.

 

 

SCUOLA

Realizzazione di una mensa comunale con cucina interna per gli oltre 1000 alunni delle scuole di

Cadoneghe, aperta anche ai dipendenti comunali, con bandi differenziati per la fornitura di alimenti,

onde poter disporre di prodotti a chilometro zero provenienti dalle aziende agricole, dai forni e dalle

macellerie locali, col duplice vantaggio di un’alimentazione più sana per i ragazzi e di trasformare il

pranzo in un momento di vera educazione alimentare, incentivando nel contempo l’economia locale.

Monitoraggio degli edifici scolastici esistenti e delle loro condizioni, a cadenza almeno annuale,

con particolare riguardo agli aspetti della sicurezza. Interventi di ripristino sugli edifici, con priorità

a quelli dove una ristrutturazione è più urgente (Scuola dell’Infanzia “Il Girasole”, Asilo Nido “Aldo

Moro”). Nuove dotazioni scolastiche. Ricerca di eventuali finanziamenti volti all’innovazione

tecnologica e all’ammodernamento delle strumentazioni scolastiche. Introduzione di servizi

suppletivi di doposcuola per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Utilizzo di spazi scolastici

per i compiti e il ripasso pomeridiano. Indizione di una gara d’appalto per l’identificazione di

cooperative in grado di eseguire prelievo dei bambini, fruizione del servizio mensa e doposcuola

nella fascia oraria dalle 13 alle 18, col supporto del Comune per le spese, in modo da contenere i

costi per le famiglie. Revisione dell’orario per introdurre la settimana di 5 giorni nella scuola media.

Per le classi a tempo corto, introduzione del servizio mensa per due rientri settimanali, eliminando il

junior break. Convenzioni per consentire ai ragazzi di praticare sport all’interno dell’orario di

doposcuola in strutture sportive adiacenti o vicine agli edifici scolastici. Corsi formativi con

operatori dei rispettivi settori in materia di educazione stradale, protezione animali, ambiente e stili

di vita. Progetto “Come Eravamo”: anziani nelle scuole a raccontare la vita di un tempo.

 

CULTURA

Proposta di gemellaggio con Loughborough, città universitaria del Regno Unito situata nella contea

inglese del Leicestershire, eccellenza in tema di navigabilità fluviale. Potenziamento degli scambi

culturali con istituti scolastici europei al fine di favorire e promuovere uno scambio reale, di

conoscenze, riflessioni, idee e iniziative. Promozione del progetto europeo Erasmus+, che vedrà i

ragazzi del comune di età compresa tra i 18 e i 30 anni effettuare un periodo di stage retribuito in un

comune europeo. Allargamento dell’attuale Biblioteca Comunale con l’adozione di nuovi testi,

l’individuazione di nuove sale per la didattica, la diffusione delle lingue europee, gli incontri con

critici, storici e opinionisti per un proficuo dialogo e riflessioni con i lettori. Collegamento del

sistema bibliotecario comunale con quello di Ateneo dell’Università di Padova, in modo da rendere

usufruibili i testi per lo studio. Potenziamento delle letture animate in italiano, inglese e lingua

veneta. Apertura della Biblioteca un sabato sera al mese per eventi dedicati ai bambini, organizzati

in collaborazione con le associazioni del territorio, anche per regalare ai genitori qualche ora di

libertà. Progetti e corsi di educazione civica per tutte le fasce d’età. Concorsi per incentivare

l’espressione artistica in tutte le sue declinazioni (musica, teatro, arti visive). Adozione di iniziative

volte alla promozione dell’arte culinaria e della cucina tradizionale veneta. Potenziamento e

promozione del ruolo della Pro Loco. Apertura del patrimonio storico e artistico di Cadoneghe alla

cittadinanza. Promozione di rassegne musicali e cinematografiche.

SPORT

Promozione dell’avvicinamento dei giovani allo sport. Valorizzazione dello sport come pilastro,

assieme alla famiglia e alla scuola, di una crescita robusta e sana, di una buona educazione, della

cultura del rispetto e della moralità. Miglioramento e potenziamento delle strutture sportive

esistenti. Completamento e messa a norma (compresa l’accessibilità per i disabili) di almeno un

impianto per disciplina. Censimento dello stato di fatto di tutte le installazioni sportive al fine di

fotografare lo stato d’incuria e degrado in cui versano e stabilire un preciso piano di interventi.

Realizzazione di un campo sportivo in erba sintetica per renderlo fruibile tutto l’anno. Sistemazione

delle gradinate e degli spogliatoi e rifacimento del manto erboso del Campo Boldrin. Ampliamento

dei campi da tennis e realizzazione nelle loro adiacenze di un locale bar a uso di tutto il plesso

sportivo di Mejaniga. Pavimentazione della collinetta del Campo Pertini garantendo l’accessibilità

anche alle persone disabili, installazione di luci a led per illuminare il campo. Sistemazione dello

stadio Martin Luther King e realizzazione della copertura degli spalti. Intervento sul Palazzetto Olof

Palme per renderlo fruibile anche ai cittadini portatori di handicap o a mobilità ridotta.

Riqualificazione dei tratti arginali e di tutte le zone adibite al running con installazione di

telecamere ed illuminazione. Istituzione di una “Giornata dello Sport” con cadenza annuale in Parco

della Repubblica, che veda i rappresentanti di tutte le associazioni sportive illustrare le proprie

attività e offrire al pubblico la possibilità di cimentarsi nelle diverse discipline. Creazione di una

pubblicazione da distribuire tra i giovani per far conoscere le attività sportive del territorio. Studio

di fattibilità, analisi dei costi e ricerca di finanziamenti per il progetto di una futura Cittadella dello

Sport, che comprenda nuove strutture sportive polifunzionali tra cui una piscina comunale.

ANIMALI

Approvazione di un regolamento per la tutela e protezione degli animali, attualmente mancante, che

preveda innanzitutto sanzioni più incisive per maltrattamenti e abbandoni. Sensibilizzazione e

informazione alla cittadinanza sulla questione sanitaria legata al randagismo felino, frutto in realtà

di abbandono da parte delle persone: troppo spesso circolano informazioni sbagliate che portano a

ritenere gli animali un rischio per la salute. Tavolo di confronto con le associazioni presenti nel

territorio per il monitoraggio del fenomeno, coinvolgendo anche i residenti interessati. Benefit (da

 

individuare) per chi ospita nel proprio terreno una colonia felina. Controlli sanitari sugli animali e,

ove necessario, intervento e somministrazione di farmaci in convenzione con gli studi veterinari del

territorio. Adozione di un codice di comportamento che permetta una buona convivenza tra

residenti, operatori delle associazioni e animali. Promozione di momenti di incontro tra padroni di

animali. Anagrafe comunale di cani e gatti. Riqualificazione delle “aree cani” attuali, con estensione

degli orari, illuminazione e accesso riservato mediante tessera magnetica distribuita dal comune.

 

Divieto di spettacoli pirotecnici.